Primo giorni di vaccini nella USL Umbria 1 e 2

354
   

Sono 744 le dosi del vaccino anti Covid somministrate dall’Usl Umbria 1 nel primo giorno della campagna rivolta agli ultraottantenni nei vari punti vaccinali nel territorio. Lo stesso numero – annuncia l’azienda sanitaria – sarà somministrato tutti i giorni fino a venerdì prossimo per un totale di 3.720, mentre nella seconda settimana di vaccinazione (22-27 febbraio) si prevede di arrivare fino a circa 1.200 dosi al giorno da somministrare in tutte le strutture allestite nei distretti dell’azienda. L’Usl sottolinea che la macchina organizzativa sta rispettando il programma previsto e punta ad incrementare le strutture dedicate alla somministrazione dei vaccini prevedendo l’allestimento e l’apertura nei prossimi giorni anche a Torgiano (presso palazzetto), a Ponte San Giovanni di Perugia (al Cva) e a Marsciano (presso il parco della frazione di Ammeto). Nel distretto perugino il primo giorno di somministrazioni è proceduto in maniera snella e regolare.

 “Abbiamo cominciato bene e con ordine – ha dichiarato il direttore del distretto, Barbara Blasi – ma rinnovo la raccomandazione di venire con i moduli del consenso e della anamnesi compilati e all’orario indicato, questo per consentirci di lavorare evitando sovrapposizioni, file ed assembramenti. Nel perugino vaccineremo in due settimane circa 2.000 persone, secondo un calendario che è già programmato per ciascun distretto. In questi giorni proseguiremo con questi numeri che poi amplieremo anche grazie all’apertura di altre strutture”.

Al via anche nelle sedi dell’Usl Umbria 2 la campagna vaccinale aperta ai cittadini ottantenni classe ’40 e ’41. A Terni, negli ambulatori di via Bramante, sono tre i team sanitari del distretto al lavoro, 198 gli assistiti complessivamente in elenco oggi. Tra i primi vaccinati il signor Zeno. “Sono emozionato, è una giornata importante” ha detto, condividendo fiducia e speranza nel vaccino con i coetanei presenti. “Sono stata contenta e convinta sin da subito nel farlo, tutti dovrebbero” ha aggiunto la signora Anna. Presenti per un sopralluogo nella struttura – dove le operazioni sono proseguite fino alla tarda mattinata in modo spedito e ordinato – anche il direttore generale dell’azienda sanitaria Massimo De Fino e quello sanitario Camillo Giammartino. Sia ad Orvieto che a Narni sono invece 84 i vaccini programmati oggi, nel primo caso nella sala conferenze dell’ospedale Santa Maria della Stella, nel secondo presso gli impianti di atletica di Narni Scalo. Stessa cifra anche a Spoleto, dove l’Usl ha allestito il centro vaccinazioni al palatenda di via Laureti. Qui partecipano alle somministrazioni anche due medici inviati dalla Protezione civile. File ordinate e nessuna attesa, infine, per le 108 vaccinazioni in programma nella sala Alesini della struttura ospedaliera ‘San Giovanni Battista’ di Foligno, con ingresso indipendente e percorso separato.

“La partecipazione a questa prima vaccinazione di massa finora è stata tanta – ha commentato il dg De Fino -, mi auguro che finalmente rappresenti un raggio di luce per tutti quanti. Le settimane che ci aspettano saranno dure, ma stiamo rispondendo al meglio con tutte le nostre forze”.