Porano: i dati della raccolta differenziata

234

Toccato il record: raggiunto l’81,38 per cento

   

Differenziata da record a Porano dove la percentuale di raccolta nel 2022 ha raggiunto l’81,38 per cento. A renderlo noto il sindaco Marco Conticelli che ha diffuso il seguente comunicato:

“Il recente risultato conseguito dal comune di Porano, uno dei primissimi borghi umbri nella percentuale di raccolta differenziata, rappresenta l’evoluzione di un percorso avviato nel 2015 con l’avvio del nuovo piano d’ambito dei rifiuti tramite il metodo “porta a porta”, prima del quale la percentuale non raggiungeva il 28 per cento. Negli anni successivi Porano non è mai sceso sotto il 75 per cento raggiungendo picchi del 79%, a dimostrazione che nei cittadini c’è stata fin da subito e continua tuttora una particolare attenzione verso i temi dell’ambiente. Perché il principale merito va sicuramente ascritto alla cittadinanza, nonostante permangano, come nella maggior parte dei nostri territori, problematiche relative al triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, del suo controllo e repressione. Un impulso verso il raggiungimento di percentuali così importanti, tali da riconoscere Porano come un vero e proprio borgo “riciclone”, è stato sicuramente dato anche dall’amministrazione comunale che nel 2022 ha deliberato il passaggio al metodo Taric che ha introdotto il sistema di misurazione del rifiuto legato alla effettiva produzione di indifferenziato. Il nuovo metodo è entrato operativamente in funzione dal 1 luglio 2022 e, nonostante alcune problematiche tipiche della fase di avvio relative in particolare alle utenze non domestiche, come successo in gran parte degli altri comuni della provincia di Terni che già lo avevano adottato, ha sicuramente incentivato i cittadini a migliorare il processo di differenziazione dei rifiuti. Desidero pertanto ringraziare la cittadinanza per questa rinnovata consapevolezza verso il rispetto dell’ambiente e la struttura comunale che tanto si è impegnata nell’agevolare la comprensione da parte dei cittadini del nuovo metodo ed a contribuire ad affrontare e risolvere alcune particolari questioni nonostante ormai la gestione, compresa la bollettazione, sia in capo completamente al gestore Asm”.