Perugia: tunisino accusato di aver aggredito un collega

311
La Polizia di Perugia espelle 27 stranieri

Perugia: tunisino accusato di aver aggredito un collega. Gli agenti sono intervenuti nella zona di Pieve di Campo dopo una segnalazione al 113

E’ accusato di avere aggredito un collega durante una lite mentre erano al lavoro, brandendo un martello, un tunisino di 43 anni denunciato a piede libero dalla squadra volante della questura di Perugia.

Gli agenti sono intervenuti nella zona di Pieve di Campo dopo una segnalazione al 113. A chiedere l’intervento della polizia un quarantaquattrenne residente nella zona di Terni che, mentre era impegnato in dei lavori di scavo stradale insieme ad altri operai, aveva litigato con un collega – ha riferito alla polizia – per motivi legati alle attività che stavano svolgendo.

A quel punto l’altro operaio – sempre in base alla sua versione – lo aveva percosso (è stato poi medicato in ospedale per contusioni giudicate guaribili in sette giorni9, minacciato di morte e inseguito. Il tunisino è stato così denunciato a piede libero per lesioni personali e minacce gravi ed aggravate.