Perugia: riaprirà il presidio fisso di polizia in centro storico

78

Perugia: riaprirà il presidio fisso di polizia in centro storico. E’ quanto ha affermato il questore Giuseppe Bisogno nell’ambito di un colloquio con il presidente della IV Commissione comunale cultura in merito ad un ordine del giorno presentato dal consigliere Bori

Nella seduta odierna della IV Commissione consiliare Cultura, presieduta da Michelangelo Felicioni, lo stesso Presidente ha riferito ai commissari del colloquio avuto, insieme al consigliere Bori, con il Questore di Perugia, Giuseppe Bisogno, lo scorso 23 ottobre, nell’ambito della discussione dell’ordine del giorno, presentato dal gruppo Pd per la riapertura di un presidio fisso di Polizia in centro storico.

Rispetto al colloquio con il Questore Bisogno, il Presidente Felicioni ha riferito che la Questura stessa sta sviluppando un programma, entro la fine dell’anno, per l’incremento sia dell’orario di apertura che del personale del posto di Polizia in centro.

“In ogni caso – ha detto Felicioni – lo stesso Questore ha tenuto a sottolineare l’opportunità di sviluppare un presidio mobile per il centro, attraverso la presenza di volanti, in grado di garantire maggiore sicurezza in situazioni diverse e in tempi comunque ristretti”.

“Il Questore – ha concluso Felicioni – ha ribadito la massima disponibilità a collaborare con l’amministrazione, già espressa in più occasioni al Sindaco Romizi, che dal canto suo si era già attivato avendo particolarmente a cuore l’argomento.”

Tale colloquio era stato effettuato, su proposta dello stesso Questore, invitato a partecipare alla discussione dell’atto, che chiede proprio di audire i rappresentanti delle forze dell’ordine interessate per conoscere le ragioni della riduzione del personale addetto al presidio. L’ordine del giorno chiede anche che si possa ampliare l’orario di apertura e che l’amministrazione si attivi per offrire ai cittadini, ai turisti e agli studenti un punto di riferimento, comodo e accessibile, in centro storico per segnalazioni, esposti, denunce e attività di prossimità.