Per l’uomo scomparso si fa largo l’ipotesi suicidio

1031
   

Rimane al momento aperto come “atti relativi”, ma stanno confluendo elementi che fanno propendere gli investigatori per l’ipotesi di un omicidio, nel fascicolo aperto dopo la scomparsa del 53enne ternano Sandro Bellini, di cui non si hanno notizie da mercoledì, quando la sua auto incendiata è stata ritrovata nelle campagne di Marmore. Emerge dalle indagini condotte dai carabinieri del comando di Terni comandato dal colonnello Giovanni Capasso. Al momento non ci sono comunque indagati.

“Stiamo valutando tutti gli elementi e le versioni raccolte, ma ci stiamo preparando al peggio”

hanno riferito gli investigatori. L’uomo conduceva infatti una vita molto regolare e questo spinge i militari ad escludere sia l’ipotesi dell’allontanamento volontario sia quella del suicidio. Una delle ipotesi è che Bellini possa essere stato protagonista di una lite finita male, anche per motivi banali. (Fonte: Ansa.it)