Parcheggiare a Perugia è più facile con la ‘App’

105

Parcheggiare a Perugia è più facile con la ‘App’. L’Assessore Casaioli: “Importanti e utili strumenti a servizio dei cittadini”

Si è svolta presso la sala Rossa di palazzo dei Priori, la conferenza stampa congiunta organizzata da Comune di Perugia e Saba/Sipa per la presentazione delle nuove soluzioni informatiche sulle informazioni in tempo reale inerenti la disponibilità di parcheggi in città (App “Parcheggi Perugia”). Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto sulle attività relative all’introduzione di nuove tecnologie nelle infrastrutture di sosta.

Il dirigente del Comune di Perugia Leonardo Naldini, aprendo l’incontro, ha ricordato che ad aprile del 2017 Comune e Saba hanno concordato alcune modifiche da apportare alla convenzione vigente tra le parti, riguardanti: sconti sulle tariffe dei parcheggi, nuove tecnologie nel sistema della sosta, operazioni compensative per mantenere il piano economico e finanziario in pareggio.

Da aprile 2017 in poi, ha detto Naldini, si è dunque lavorato attentamente per portare a termine questi passaggi, con particolare riferimento agli aspetti tecnologici.

Ciò ha consentito di introdurre sistemi in grado di garantire il monitoraggio costante delle disponibilità di parcheggi soprattutto nel cosiddetto “anello” di piazza Italia e viale Indipendenza nel Centro storico di Perugia possibile grazie all’installazione di sensori da parte di Saba/Sipa. Queste informazioni confluiranno nella nuova applicazione denominata “Parcheggi Perugia” nonché sui pannelli distribuiti in varie zone della città; ciò per dotare cittadini e turisti di strumenti adatti per conoscere le disponibilità in tempo reale dei posti di sosta liberi. Ora – ha concluso Naldini – Saba/Sipa ha esteso l’applicazione ed il servizio anche a tutti i parcheggi cosiddetti “insilati” consentendo di ampliare l’offerta in favore degli utenti.

Il dirigente ha sottolineato che l’utilizzo della tecnologia ha sostanzialmente due scopi: semplificare la vita a chi cerca parcheggio a Perugia e monitorare l’anello piazza Italia/viale Indipendenza in considerazione dell’importanza dello stesso per la mobilità del centro storico. Questa iniziativa è il primo tassello di un più ampio progetto finalizzato a monitorare tutte le aree di sosta (strisce blu) della città.

Naldini, infine, ha riferito che Sipa ha ripreso in questi giorni i lavori in via Ripa di Meana per l’allargamento del marciapiede (grazie alla disponibilità dei privati proprietari dell’area) che saranno terminati entro questa o al massimo la prossima settimana.

Ad illustrare il funzionamento della nuova App è stato il direttore dell’area tecnologia e sistemi di Sipa Paolo Picchio. Quest’ultimo ha riferito che l’applicazione consente di conoscere la disponibilità in tempo reale dei posti disponibili nei parcheggi serviti e negli stalli blu ubicati in piazza Italia e viale Indipendenza; ovviamente lo strumento permette di “isolare” la disponibilità parcheggio per parcheggio, o area per area.

Una volta individuata l’area di interesse, sempre tramite l’app, è possibile selezionare l’opzione per identificare il percorso più breve per raggiungerla, servendosi del sistemazione di navigazione di google maps.

Ed ancora l’app, relativamente ai parcheggi serviti, fornisce tutte le informazioni utili sui sistemi di pagamento possibili nonché sulle tariffe applicate. Attualmente, come noto, oltre all’utilizzo del classico “parcometro” vi sono due app di pagamento, “my cicero” ed “Easy park”, disponibili, cui si aggiungerà a breve quella di Saba.

Picchio ha altresì riferito che, per ciò che concerne il pagamento delle tariffe dei parcheggi, è in corso di installazione presso la struttura di piazza Partigiani il sistema che prevede l’utilizzo del telepass che dovrebbe andare a regime entro il mese di marzo. Nei prossimi mesi lo stesso dovrebbe avvenire presso il parcheggio di pian di Massiano (zona bus).

Occorre ricordare che il parcheggio del mercato coperto non è attualmente presente all’interno della app in quanto lì sono ancora in corso le attività di digitalizzazione dell’area.

A tirare le conclusioni è stato l’assessore Cristiana Casaioli che, in apertura, ha inteso precisare che l’Amministrazione, in questi cinque anni di legislatura, ha operato una politica dei parcheggi mai attuata in precedenza; ciò per dare un supporto significativo alle esigenze di cittadini e turisti. In questo ambito, ha chiarito l’assessore, si è lavorato innanzitutto per abbassare il costo dei parcheggi con politiche mirate per favorire anche la lunga sosta (1,5 euro per l’intera giornata sulle strisce blu di via Ripa di Meana, via del Cortone e via Ugo Bistoni), nonché cambiando tutto il parco tecnologico per favorire soluzioni innovative adatte a tutti. Ed ancora si è prestata attenzione al decoro urbano con la realizzazione di nuovi marciapiedi ed il restyling dei parcheggi.

L’assessore ha tenuto a precisare che queste iniziative hanno colto nel segno, tanto è vero che i dati confermano la bontà dei progetti: in particolare sono cresciuti gli abbonamenti per i parcheggi da parte dei residenti (+20%) con punte per la struttura di piazza Partigiani (+50%) e Sant’Antonio (+20%). Più contenuta la crescita del Pellini (+5%) visto il numero limitato dei parcheggi in attesa dell’ampliamento dello stesso.

“Ritengo – ha evidenziato l’assessore – che i perugini abbiano apprezzato le nostre politiche sulla sosta, decidendo sempre più di parcheggiare in sicurezza con benefici in termini di contrasto al parcheggio-selvaggio. Dopo questi anni di mandato possiamo, quindi, ritenerci soddisfatti dei risultati raggiunti, consapevoli del fatto che si è lavorato esclusivamente per favorire le esigenze degli utenti, residenti e turisti, con proposte mirate a beneficio di privati, lavoratori, residenti, ecc.; a ciò si aggiunge la soddisfazione per la decisione di Saba/sipa di scegliere Perugia quale città/pilota per le politiche tecnologiche”.

Un risultato – ha concluso Casaioli – tanto più apprezzabile se si considera la vigenza, ad inizio legislatura, di una convenzione con Saba/sipa ereditata dal passato e modificabile solamente a debite condizioni, trattandosi di un accordo fondato su un piano economico e finanziario che deve rimanere in equilibrio.