A Paciano la presentazione de “Il rifugio delle ginestre”

252

A Paciano la presentazione de “Il rifugio delle ginestre”. Sarà declinato al femminile il prossimo appuntamento di “TrasiMemo – Incontri con gli autori”, in programma domenica 11 marzo

Sarà declinato al femminile il prossimo appuntamento di “TrasiMemo – Incontri con gli autori”, in programma domenica 11 marzo ’18 alle ore 17 a Palazzo Baldeschi di Paciano.

Si inserisce infatti all’interno delle celebrazione della Festa internazionale della donna la presentazione del volume “Il rifugio delle ginestre” di Elisabetta Bricca.

Romanzo di esordio della scrittrice romana, il libro ha come grande protagonista proprio la terra umbra, con i suoi ritmi, colori e sapori. Una narrazione ricca di descrizioni dettagliate e vivide di paesaggi, nelle quali la campagna umbra, e in particolare il lago Trasimeno, oltre ad altri luoghi come Roma e Tropea emergono come quadri luminosi in cui le parole sono pennellate di colore, che richiamano profumi e sapori della tradizione.

La protagonista del romanzo, Sveva, è cresciuta tra le colline dell’Umbria per poi trasferirsi a Roma e non tornare più indietro, lasciandosi alle spalle le leggende e le storie popolari che hanno riempito al sua infanzia, scegliendo di abbandonare per sempre un luogo di amicizie autentiche e amori dimenticati, almeno fino alla morte della madre.

Prima di spegnersi, la madre fa promettere a Sveva che tornerà nella casa d’infanzia, perché solo lì può trovare gli indizi che la condurranno da un padre che non ha mai conosciuto, solo lì può recuperare il contatto con il proprio passato e non esita a partire; appena arrivata le vengono alla mente i giorni passati a giocare nei campi di rose e lavanda e quel ciondolo che porta fin da quando era piccola, quello che racchiude una radice di ginestra, il fiore della forza e dell’attaccamento alle proprie radici.

All’incontro di domenica prossima a Paciano, oltre all’autrice, prenderà parte il sindaco Riccardo Bardelli. Il volume sarà presentato da Monica Fanicchi.