“Officina per l’inclusione”: concluso il progetto che ha consentito la realizzazione di cinque laboratori

159

“Officina  per l’inclusione”: concluso il progetto che ha consentito la realizzazione di cinque laboratori. Un’importante iniziativa che ha visto la luce grazie al prezioso contributo della Cooperativa Asad

L’associazione Genitori e Amici di Disabili (A.G.A.Di.), che ha preso vita nel 1998  grazie alle famiglie e agli amici di persone con disabilità, ha potuto realizzare, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e del prezioso supporto della Cooperativa Sociale Asad, il progetto “Officina per l’inclusione”.

Il progetto si è concluso ad Aprile 2019 presso la sede dell’Associazione Genitori e Amici di Disabili di Pila e ha visto la realizzazione di cinque laboratori: uno di comunicazione,  uno artistico/pittorico/decorativo, un laboratorio teatrale, di bricolage, un altro di cucina e  infine uno multisensoriale.

I laboratori sono stati realizzati grazie all’impegno degli educatori della Cooperativa Asad che, insieme ai volontari dell’Associazione Genitori e Amici di Disabili, hanno dato alle persone con disabilità la possibilità di sperimentare tutte le diverse attività proposte, con la finalità di raggiungere una maggiore inclusione sociale all’interno della comunità.

Ogni laboratorio aveva obiettivi differenti: uno era finalizzato alla realizzazione del giornalino interno all’Associazione, uno prevedeva la preparazione di uno spettacolo teatrale che andrà in scena a fine maggio 2019, in collaborazione con l’Associazione Uno in Più Sindrome Down di Corciano, un altro aveva come obiettivo la creazione di oggetti artigianali decorati realizzati con materiale di riciclo da presentare alle diverse occasioni organizzate sul territorio ed infine alla realizzazione di una stanza Snoezelen, presso la sede del CSRE Il Bucaneve.

Dato il successo di questa iniziativa, l’Associazione ha già espresso la propria volontà di riproporre presso la sede di Via Settevalli a Pila l’importante esperienza da poco conclusa, con la finalità di una sempre maggiore inclusione delle persone con disabilità all’interno della società.

Elena Sofia Baiocco