Missione russa per l’Associazione Vicina

212

Missione russa per l’Associazione Vicina. Con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e le possibili prospettive di inserimento delle imprese italiane nel mercato russo

E’ partita la missione russa dell’Associazione Vicina, un’associazione internazionale di Commercialisti e di altri professionisti esperti nelle diverse aree aziendali. La nuova missione persegue l’intento di promuovere la conoscenza e le possibili prospettive di inserimento delle imprese italiane nel mercato russo al quattordicesimo posto nella graduatoria dell’export dall’Italia ed all’ottavo in quella dell’import.

L’evento “Russia, business opportunities” che si svolgerà in questi giorni a Mosca, ideato in collaborazione con Go to World s.c.r.l., Società partner dell’Associazione Vicina nell’attività di promozione dell’internazionalizzazione delle imprese, vede la partecipazione di professionisti di vari settori che, con i loro contributi, illustreranno le caratteristiche del mercato locale e il ruolo che il professionista italiano può rivestire nel supporto alle imprese che intendano investirvi, nonché quali siano le possibili forme di investimento e gli incentivi all’uopo offerti dalle strutture finanziarie locali.

L’apertura dei lavori sarà tenuta da un alto funzionario dell’ambasciata italiana in Russia, a cui seguiranno una serie di interventi di tutto prestigio, tra i quali quelli di alti rappresentanti di ICE Mosca, Confindustria Russia, Unicredit Bank, Camera di Commercio italo-russa, Finest e Simest.

L’Associazione Vicina ha uno scenario internazionale che coinvolge le maggiori economie mondiali. Il presidente Filippo Invitti ha spiegato, in esclusiva ai nostri taccuini, i motivi che spingono l’associazione a guardare non solo oltre i confini dell’Unione Europea: “in particolare abbiamo il progetto con gli ex Emirati Arabi con l’Expo 2020, che consente di garantire alle aziende italiane l’assistenza per i mercati, non solo degli Emirati, ma per tutta l’area del Golfo, che è un mercato in grande espansione”.

Ma tra le aree internazionali di maggiore interesse per l’Associazione Vicina ha illustrato il presidente Invitti “rientra anche la Cina, con ovviamente la prospettiva di uno dei Paesi con la maggior crescita del pianeta, e poi abbiamo gli Stati Uniti, che è certamente un mercato e un’economia che negli ultimi mesi ha mostrato dei segnali di crescita”.

Lo spirito dell’associazione è quello di essere un team di professionisti che hanno l’obiettivo, a detta del presidente Invitti, di “supportare le imprese in Italia per affrontare il mercato all’estero e direttamente all’estero per aiutare le imprese che approdano lì”.

Pietro Vultaggio, titolare della TiberADV srls, agenzia di comunicazione prevalentemente digitale, uno degli imprenditori presenti alla missione russa, ha anticipato, per il nostro giornale, uno degli elementi che verranno approfonditi in questi giorni a Mosca, ossia la presenza delle aziende italiane su Internet per favorire la proposta dei prodotti e servizi al mercato russo, un target di interesse non solo per motivi turistici per molti imprenditori. Al contrario di quanto avviene oggi, ossia di aziende che mandano la propria presentazione aziendale, il cosiddetto “company profile”, tradotto in automatico dall’italiano a russo, senza alcun tipo di investimento a supporto.

Tra i partecipanti alla missione in Russia segnaliamo anche il professore Alberto Giulio Cianci, docente ordinario di Istituzioni di Diritto privato e di Comunicazione pubblicitaria e tutela del consumatore al Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, e Alessandra Granaroli, Assessore esterno del Comune di Valfabbrica con deleghe al Bilancio, Programmazione economica e Personale, nonché Commercialista appartenente all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della provincia di Perugia.