Marocchino espulso e poi rimpatriato

367
Strade al setaccio, aumentano i controlli della Polizia a Perugia

Era stato arrestato e condannato anche per violenza sessuale su una minorenne, dopo avere palpeggiato una quindicenne, a Castel del Piano, un marocchino di 37 anni definito “un delinquente molto pericoloso” dagli investigatori, che è stato espulso e riaccompagnato in patria grazie ad una operazione congiunta polizia di Stato-carabinieri. Sono stati proprio i militari – spiega la questura perugina – a proporre e sollecitare la misura per l’uomo, che “ha improntato il suo modo di vivere a condotte illecite”. In particolare, sono otto gli episodi delittuosi compiuti in Umbria che gli vengono addebitati, prevalentemente reati contro la persona e il patrimonio. Il fatto più grave, come detto, qualche anno a Castel del Piano, dove aveva avvicinato per strada la quindicenne, del posto, e l’aveva palpeggiata. Alla sua espulsione si è ora arrivati grazie ad un “oneroso e complicato” – sottolinea la polizia – dispositivo pianificato dal dirigente dell’ufficio Immigrazione, Maria Rosaria De Luca. (Fonte: Ansa.it)