Leo, il Percorso Verde è tuo

185

Leo, il Percorso Verde è tuo. Il cuore sportivo dei perugini è stato intitolato al grande Leonardo Cenci

Nemmeno la burocrazia italiana è riuscita a resistere al ‘fascino’ di fare un gesto verso Leonardo Cenci. In tempi record Comune e Prefettura di Perugia sono riusciti a mettere in moto e a concludere l’iter di intitolazione del Percorso Verde di Pian di Massiano. Un gesto dovuto ma soprattutto sentito da parte di tutta la città. In tanti hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione, in una giornata dove ha fatto da cornice uno splendido sole e un piacevole clima primaverile. Numerose anche le presenze istituzionali. Folta la rappresentanza del Comune di Perugia, guidata dal Sindaco Andrea Romizi, dagli assessori Dramane Diego Waguè, Cristiana Casaioli e Massimo Perari e dal consigliere con delega allo sport Clara Pastorelli. Presente anche l’On. Emanuele Prisco, l’assessore regionale Antonio Bertolini, il Prefetto Claudio Sgaraglia, il Questore Giuseppe Bisogno e i vertici locali dell’arma dei Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco. Leo Cenci uomo di sport è stato omaggiato anche dal Presidente del Perugia Calcio, Massimiliano Santopadre e dai dirigenti Roberto Goretti, Marcello Pizzimenti e Marco Santoboni. In prima fila, giustamente, ci sono stati i familiari, papà Sergio, mamma Orietta, il fratello Federico, la cognata, la zia e i nipoti, a cui il Leo era tanto legato. Senza dimenticare i tanti volontari di Avanti Tutta: l’esercito del ‘Presidente’. Il Sindaco Romizi ha ricordato il grande spirito di Cenci, uomo che ha saputo trasmettere dei valori importanti e guardare alla vita con serenità e sempre con il sorriso, anche di fronte alla dura realtà della malattia. Toccante l’intervento del fratello, Federico, che ha ripreso un passo del libro “Vivi, ama, corri. Avanti Tutta!” e ricordato i tanti malati oncologici che ancora stanno combattendo.

Due mesi senza e sembra solo un giorno. Manchi tanto Leo, ma ti portiamo sempre nel cuore e da oggi c’è un posto ‘tuo’, il tuo Percorso Verde, dove ti ricorderemo per sempre. 

Andrea Sonaglia