L’assessore Barberini fa il punto sull’operatività del 118 lacustre

332

L’assessore Barberini fa il punto sull’operatività del 118 lacustre. “Un servizio – sottolinea – che funziona ed è di grande importanza nella rete delle emergenze”

“Il 118 lacustre funziona e dà risposte importanti all’interno della rete regionale dell’emergenza-urgenza, sia per le attività ordinarie sia per quelle straordinarie di soccorso in tutto il territorio del Lago Trasimeno, isole incluse”.

Così l’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, a proposito del nuovo servizio 118, attivato nell’area lacustre del Trasimeno, attraverso una speciale imbarcazione sanitaria, in grado di portare soccorso ad abitanti e turisti, in caso di malori o incidenti. A circa due mesi dall’attivazione del mezzo, Barberini ha fatto il punto della situazione stamani a Passignano sul Trasimeno, con operatori sanitari e tecnici che presidiano il servizio, presenti anche Francesco Borgognoni, responsabile della Centrale operativa unica 118 Umbria, e Sandro Pasquali, sindaco del comune in cui si trova la sede primaria della speciale ambulanza. Il 118 lacustre è pienamente operativo dal primo maggio scorso, con la presenza H24 di un equipaggio medicalizzato, trasportato da idonea imbarcazione con a bordo personale medico, infermieristico e tecnico della Usl Umbria 1, per la gestione di situazioni di emergenza-urgenza. In queste settimane, sono state fatte diverse esercitazioni con il personale dedicato, sia di giorno sia nelle ore notturne, per testare le strumentazioni di bordo in varie condizioni. Qualche giorno fa, il mezzo è stato attivato per una persona in crisi respiratoria sull’Isola Maggiore. Nei giorni scorsi, in occasione di una manifestazione pubblica con oltre 2mila studenti delle scuole dell’infanzia e primarie del territorio, il natante del 118 ha operato in sinergia con il presidio sanitario istituito sull’isola, garantendo sicurezza e tutela della salute.