Inaugurata la ‘Casa della Gioventù’ di Fratticiola Selvatica

930

Inaugurata la ‘Casa della Gioventù’ di Fratticiola Selvatica. Il vecchio centro aggregativo della frazione perugina è stato ristrutturato grazie al lavoro della Pro Loco. Il presidente Chiostri: “Un sogno diventato realtà”

Giorno importante quello di sabato 7 luglio 2018 per l’intera comunità della frazione perugina di Fratticiola Selvatica. La “Casa della gioventù”, struttura di riferimento sociale e culturale che ha fatto la storia del piccolo paese, torna a splendere grazie al lavoro della Pro Loco presieduta da Gianluca Chiostri. Nata negli anni ‘60 grazie all’intuizione dell’allora parroco Don Tarcisio, la “Casa della Gioventù” ha rappresentato per molti giovani un importante polo aggregativo, avendo negli anni ospitato anche un complesso scolastico oltre ad essere stata teatro delle attività parrocchiali e di ritiri di squadre sportive, Perugia Calcio in primis. Con il passare del tempo l’edificio ha perso il suo ruolo centrale come riferimento sociale, ma grazie alla determinazione ed al volontariato dei cittadini di Fratticiola, oggi la Casa della Gioventù tornerà ad accogliere numerose iniziative dai nobili scopi. Queste le parole del presidente della Pro Loco Gianluca Chiostri nel giorno dell’inaugurazione:

“Oggi è una giornata importante per Fratticiola Selvatica. La Casa della Gioventù è rinata con un bel progetto da portare avanti dopo anni di inutilizzo. L’abbiamo ristrutturata e resa agibile e fruibile per tutta la comunità. Sono già stati allestiti dei laboratori artigianali che avranno una funzione aggregativa e culturale. Saranno costruiti oggetti con svariati materiali che, sotto le feste natalizie, saranno donati laddove c’è veramente bisogno, a case di cura, serafici ed ospedali. Vogliamo regalare un sorriso a chi soffre. Voglio ringraziare per tutto ciò il paese intero di Fratticiola, le autorità civili e religiose, il rettore dell’università e la curia. Come nelle favole più belle i sogni diventano realtà: la Casa della Gioventù tornerà ad avere un ruolo importante per Fratticiola come in passato”.

Presenti anche le istituzioni cittadine di Perugia, rappresentate per l’occasione dal primo cittadino Andrea Romizi e dall’assessore Dramané Waguè.

“Davvero una grande soddisfazione essere qui oggi – ha esordito il Sindaco di Perugia – anche perché la ‘Casa della Gioventù’ ha una valenza storica ed un ruolo simbolico per Fratticiola Selvatica e per tutta la città. L’edificio è stato infatti frequentato da un gran numero di giovani oltre ad esser stato, in passato, teatro di alcuni ritiri del Perugia Calcio. Poi negli ultimi tempi ha avuto un momento di stallo, ma grazie alla determinazione e al lavoro dei volontari della Pro Loco e della parrocchia, ora ha una nuova vita.  Davvero stupenda l’idea di realizzare in questo luogo dei ‘regali di babbo natale’ da inviare a tante realtà benefiche. Faccio un grande augurio affinché questo sogno possa avverarsi”.

“Le istituzioni cittadine sono vicine a Fratticiola e collaborano insieme a Fratticiola per progetti come questi, per il bene di questo paese e della città di Perugia – ha dichiarato l’assessore Waguè – Quello della ristrutturazione della Casa della Gioventù era uno degli obiettivi prefissati e che ora possiamo toccare con mano”.

Ha voluto presenziare l’inaugurazione anche il Vescovo Ausiliare Don Paolo Giulietti:

“Grande gratitudine per la Pro Loco che ha riportato in vita un’opera utile alla cittadinanza e alla parrocchia. Questo edificio, che ha servito e servirà i giovani, diventerà anche un punto di riferimento per i poveri ed in generale gli ultimi. Una comunità deve vivere di questi valori”.

Ed infine spazio anche al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi, originario proprio di Fratticiola:

“Ho voluto esserci perché ritengo importante per il paese la ristrutturazione della Casa della Gioventù ideata da Don Tarcisio. Un plauso va fatto a questi ragazzi della Pro Loco che si sono impegnati per riportarla in vita. Fratticiola è un paese che si rinnova nel segno della tradizione in una comunità unita e coesa mossa da passione e senso di aggregazione. Questo è importante se consideriamo che il mondo di oggi è purtroppo vittima di un individualismo sfrenato”.

L’obiettivo di terminare i lavori di riqualificazione a fine giugno è stato quindi centrato con successo dalla Pro Loco fratticiolese. L’associazione ha incassato i complimenti e l’ammirazione delle autorità politiche e religiose, sempre molto attente alle attività ed alle iniziative di una frazione florida e intraprendente nonostante la lontananza dai maggiori centri urbani che, in alcuni casi, potrebbe portare al rischio dell’isolamento rispetto al tessuto cittadino di Perugia.

Nicolò Brillo