I Vigili del Fuoco di Terni ricordano le vittime di Bois di Cazier a Marcinelle

556
Castiglione del Lago, Vigili del Fuoco: in corso attività le di formazione
 

Su invito della Prefettura i vigili del fuoco di Terni in occasione della ricorrenza del sacrificio italiano nel mondo, hanno ricordato gli italiani scomparsi tragicamente l’8 agosto 1956 nelle miniere di carbone di Bois di Cazier di Marcinelle, in Belgio. 262 persone delle 274 presenti in miniera, in gran parte emigranti italiani, persero la vita per l’incendio, inizialmente sviluppatosi nel condotto d’entrata d’aria principale, che riempì di fumo tutto l’impianto sotterraneo. La nota interna diffusa dal vicario del Comandante, ing Salvatore Angelo Capolongo, sulla ricostruzione storica della tragedia riferisce” toccante sotto l’aspetto umano ma formativa per i vigili del fuoco perché evidenzia aspetti tecnici e condizioni di stress a cui sono state sottoposte le squadre di salvataggio e in cui i vigili del fuoco potrebbero trovarsi coinvolti in situazioni simili di intervento”. Sottolinea inoltre

“l’eroico comportamento delle squadre di salvataggio, composte prevalentemente da italiani, che hanno dimostrato il più alto sprezzo della vita nella speranza di portare qualcuno vivo in superficie”.

Nella tragedia di Martinelle morirono 136 italiani.