Carabinieri recuperano refurtiva di valore

443

Da un furto di cellulare avvenuto in un locale di Perugia ai danni di una studentessa, i carabinieri della stazione Fortebraccio sono risaliti al luogo dove era stata nascosta refurtiva per un valore di circa 15.000 euro (computer, cellulari, capi di abbigliamento, borse da donna e monili in oro): tutti oggetti rubati dentro autoveicoli o all’interno di alcuni locali del centro storico di Perugia. Nell’operazione è stato sottoposto a fermo un 40enne algerino. Indagando sul furto del cellulare, i militari sono risaliti ad un negozio del centro che aveva ricevuto in conto-vendita il telefono, proprio dall’algerino arrestato. Nel suo appartamento è stata trovata la refurtiva. Tra gli oggetti restituiti ai proprietari, il pc portatile di una laureanda con una chiavetta Usb con l’unica copia della tesi di laurea che la giovane avrebbe discusso a breve.

Fonte: Ansa.it