Bisoli: “Voglio i tre punti”

436

Il Perugia vuole risollevarsi dopo la brutta sconfitta di Ascoli. In settimana, il Presidente Santopadre ha suonato la carica, in vista della gara casalinga contro il Brescia e alla vigilia della partita ci pensa anche il tecnico Bisoli. Un giorno particolare, visto che l’allenatore di Porretta Terme compie quarantanove anni e chiede alla squadra un regalo posticipato.

“Ho conosciuto momenti peggiori rispetto a questi. Accettiamo le critiche, ma allo stesso tempo chiediamo fiducia e di rimanere uniti. I risultati verranno e come ho detto più volte, attendiamo dicembre per fare i conti. Spero di avere tutta la squadra a disposizione, perchè abbiamo avuto sin qui troppi infortuni. Con il Brescia voglio i tre punti, sia come regalo di compleanno, che per ritrovare la continuità dopo Ascoli, che resta solo ed esclusivamente un incidente di percorso. Il Brescia? E’ una squadra che non ha grandi obiettivi, se non la salvezza e che gioca con scioltezza e senza grosse apprensioni. Hanno degli elementi importanti, di esperienza e dei giovani molto interessanti, che godono di grande fiducia. Sarà una partita ad alta intensità, in cui bisognerà stare molto concentrati”.

Bisoli, dedica poi un capitolo ai singoli e allo stato di forma.

“Salifu non sarà della partita, mentre Parigini ha lavorato bene ed è tornato a pieno regime. Un giocatore importante, che ci è mancato. Ardemagni per noi è indispensabile. Del Prete in settimana si è allenato un po’ con la squadra e un po’ a parte, ma dovrebbe farcela. Zebli, vive un normale calo fisiologico dopo cinque partite di livello. Fabinho è in dubbio per una botta al ginocchio e solo giovedì ha svolto il primo allenamento. Zapata potrebbero giocare al suo posto, anche se sta sostenendo un lavoro fisico più intenso, visto che ha saltato la preparazione”.

Chiusura dedicata ai bilanci e soprattutto alla classifica.

“Siamo nel limbo, ma non abbiamo mai lottato per non retrocedere. All’ambiente chiedo pazienza: in due mesi e mezzo non si può ottenere tanto. Riconosco la critiche, ma vado avanti per la mia strada. Ai tifosi ho chiesto di continuare a sostenerci”.

Andrea Profidia