Al via le prenotazioni di “Porte aperte al Trasimeno”

493

Al via le prenotazioni di “Porte aperte al Trasimeno”. L’iniziativa torna anche quest’anno ma con tantissime novità

Da domani, giovedì 8 marzo, si aprono le prenotazioni per l’edizione 2018 di “Porte Aperte al Trasimeno”.

L’iniziativa organizzata da Urat (Unione ristoratori e albergatori del Trasimeno) quest’anno torna con tante novità.

“Questa volta – spiega il presidente Michele Benemio – proponiamo a scelta del visitatore sette notti al lago con tre gratis o due notti al Trasimeno con una gratis”.

Nel primo caso si parla della settimana che va dal 6 al 13 maggio, nel secondo si tratta del week end dall’11 al 13 maggio. Oltre a questo Urat propone anche una lunga serie di eventi la cui partecipazione è totalmente gratuita.

“L’obiettivo principale – continua Benemio – è infatti sempre quello di promuovere a 360 gradi il Trasimeno e le sue eccellenze. Una valorizzazione che come il 2017 coinvolgerà tutti gli otto Comuni, in quanto crediamo profondamente nella collaborazione tra pubblico e privato”.

Come nella prima edizione Urat farà conoscere al turista che sceglierà una delle due nuove promozioni, le tante attività che si possono svolgere al Trasimeno insieme alla sue peculiarità sportive, culturali, ambientali ed enogastronomiche.

Questo verrà fatto in particolare attraverso due tour: quello blu e quello verde.

Il primo coinvolge principalmente i Comuni rivieraschi e conduce il turista alla scoperta di tante attività sportive ed economiche come la pesca. In questo caso si degusteranno i prodotti del lago e si potrà godere delle bellezze naturalistiche del bacino.

Il percorso “Green” coinvolge invece i Comuni più collinari con attività legate alla conoscenza dei borghi e dell’enogastronomia. In questo caso ci saranno tappe ai musei di questi territori.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.porteapertealtrasimeno.it/porte-aperte-al-trasimeno-tour-gratuiti/.

“Abbiamo deciso di aprire le prenotazioni l’8 marzo, giorno della festa della donna – continua Benemio – perché potrebbe essere bello regalarsi proprio in questa occasione una vacanza al Trasimeno. Porte Aperte è una iniziativa giovane – conclude il numero uno di Urat – ma ha le carte in regola per continuare a crescere e a far maturare la conoscenza del nostro territorio in Italia e nel mondo. Un evento reso possibile grazie anche alla Regione Umbria e ai fondi reperiti attraverso i bandi del Piano di sviluppo rurale 2014-2020”.