Al teatro Lyrick di Assisi arriva “School of Rock”, il musical che celebra la musica come ragione di vita

87
Foto Marco Rossi

Al teatro Lyrick di Assisi arriva “School of Rock”, il musical che celebra la musica come ragione di vita. Sul palco il poliedrico Lillo nei panni del chitarrista rock Dewey Finn e un nutrito cast di talentuosi artisti tra cui dodici under 14.

Doppio appuntamento al Teatro Lyrick di Assisi, il 2 novembre alle ore 21.15 e il 3 novembre alle ore 17.00, con “School of Rock”, il celebre musical che Andrew Lloyd Webber ha tratto dal film di Richard Linklater del 2003, arrivato in Italia grazie a Massimo Romeo Piparo che ne ha curato la Regia e l’adattamento (liriche di Glenn Slater, testi di Julian Fellowes). Il musical, che celebra la musica come ragione di vita, il valore dell’amicizia e il coraggio di credere in se stessi per realizzare i propri sogni, ha già ottenuto un notevole successo in tutta Italia con il primo tour nella stagione 2018-2019. Lo spettacolo, prodotto alla PeepArrow Entertainment e Il Sistina, ha segnato infatti, con il 65% della capienza, il record di presenze del pubblico under 14: merito di una storia coinvolgente, veicolo efficace non solo per divertirsi ma anche per trasmettere valori importanti e positivi.

Versatile protagonista, e vincitore quest’anno del Premio Internazionale Flaiano proprio per questa sua interpretazione, è Lillo, nel ruolo di Dewey Finn (nel film aveva il volto di Jack Black), il chitarrista irriverente che trasforma i suoi allievi in una energica e folle rock band. Accanto a lui, Vera Dragone nel ruolo della severa Preside dell’Horace Green Rosalie Mullins, Matteo Guma è il vero Prof Ned Schneebly, l’amico del cuore di Dewey, Selene Demaria è Patty Di Marco e, con i 12 protagonisti under 14, anche un ricco cast di artisti, tra i più talentuosi del musical italiano, e tre rock band dal vivo. Le scene sono di Teresa Caruso, le coreografie di Roberto Croce e la direzione musicale di Emanuele Friello. ​

In scena – Dewey Finn, un bravissimo chitarrista rock, è troppo scalmanato e la sua band decide di cacciarlo. Perennemente senza soldi, sempre scansafatiche a meno che non si tratti di suonare, Dewey si spaccia per il supplente di una prestigiosa scuola. Ma, invece di insegnare materie di cui non sa nulla, il chitarrista inizia a tenere lezioni particolari ai suoi studenti, interamente incentrate sulla musica. Con grande sorpresa, scoprirà in loro un innato talento rock… i giovani allievi sotto la sua guida formeranno una band esplosiva, pronta a battersi in un famoso concorso di musica. C’è un problema però: Dewey riuscirà a far gareggiare i suoi ragazzi senza farsi scoprire dalla preside della scuola e dai genitori?

Prenotazioni: Botteghino teatro Lyrick 075 8044359 (dal lunedì al sabato dalle ore 16.00 alle 19.30)