Agriumbria: al via la 49a edizione della fiera

598

Apertura cancelli e taglio del nastro alle 9, presso il centro congressi di Umbriafiere a Bastia Umbra, per la 49a edizione di Agriumbria. Da quel momento e per tre giorni (la fiera prosegue fino a domenica 2 aprile) l’Umbria sarà al centro del Paese per quanto riguarda i temi legati all’agricoltura, alla zootecnia e all’agroaliomentare. Tante le aziende e le eccellenze nazionali e regionali presenti in fiera, molti gli operatori e gli addetti ai lavori che terranno incontri e convegni tecnici su nuovi modelli di business, sostenibilità, modelli di impresa agricola e agrozootecnica, mercati interni e internazionali. Tante la presentazioni di nuove macchine e soluzioni; diverse le anteprime di nuove filiere e di prodotti del sistema agroalimentare. Presenti anche delegazioni straniere, a dimostrazione della qualità degli espositori e degli incontri. Presente anche la Fiera agricola di Verona (la più antica fiera d’Italia sul tema) che ha scelto proprio Agriumbria per presentarsi e incontrare gli operatori.

All’inaugurazione interverranno Fernanda Cecchini, assessore alle Politiche agricole della Regione Umbria; Lazzaro Bogliari, presidente Umbriafiere Spa e Stefano Ansideri, Sindaco del Comune di Bastia Umbra.

La 49° edizione si preannuncia come un’edizione ancora più ricca: la mostra mercato, che vedrà oltre 420 espositori in rappresentanza di oltre 2.500 aziende e industrie presenti o rappresentate dalla rete commerciale, offrirà una panoramica generale e organica dell’innovazione tecnologica raggiunta nei differenti settori merceologici. La manifestazione si conferma come uno dei momenti centrali per l’imprenditoria e l’industria agricola e agrozootecnica nazionale e umbra, un evento capace di attirare addetti ai lavori e pubblico davvero da tutta Italia.

Si svolgerà anche la più grande rassegna zootecnica d’Italia e ci sarà la possibilità di visitare diversi saloni specializzati su food, macchine agricole, alimentari e per i settori enologia e olivicoltura. La fiera è diventata nel corso degli anni anche una vera e propria festa popolare per gli umbri e non solo. Famiglie con bambini per ammirare gli animali (oltre 600), i trattori e le macchine agricole, la mostra dei trattori d’epoca; golosi che arrivano per le eccellenze gastronomiche delle diverse regioni italiane, ma anche appassionati di fiori e piante rare, di giardinaggio e di vita all’aria aperta. Entrata ormai negli appuntamenti preferiti dal pubblico, la manifestazione si caratterizza anche pe i numerosi eventi dedicati ai consumatori. Molti infatti saranno gli incontri e gli show cooking dedicati ai corretti stili di vita, pensati per informare e ragionare sulla qualità dei prodotti della terra.