Aeroporto dell’Umbria: ci sono i fondi per lo sviluppo

516

“Nel tempo sono state impegnate significative risorse per lo sviluppo dell’aeroporto dell’Umbria, ed ancora oggi, malgrado le carenze di bilancio, sono disponibili finanziamenti”:

così l’assessore Giuseppe Chianella, il quale ha sottolineato che

“nonostante un calo del traffico del 19 per cento nel 2016, con 220 mila passeggeri rispetto ai 270 mila del 2015, la società di gestione Sase potrebbe registrare un conto economico in ulteriore miglioramento rispetto alla perdita di circa 850 mila euro del 2015”.

Rispondendo a un’interrogazione di Andrea Smacchi (Pd), Chianella ha riferito che per lo sviluppo delle rotte sono in corso trattative con vettori come Easyjet, Air Arabi, Transavia e alcuni vettori russi), mentre con Vueling si valuta un collegamento con Barcellona. E l’aeroporto umbro potrebbe diventare una nuova base logistica di Mistral Air, del gruppo Poste.

Fonte: Ansa.it