“Abitare il legno”: formazione per geometri umbri

225

“Abitare il legno”: formazione per geometri umbri. Oltre cento professionisti iscritti ai Collegi dei geometri e geometri laureati di Perugia e Terni hanno partecipato al corso

Oltre cento professionisti iscritti ai Collegi dei geometri e geometri laureati di Perugia e Terni hanno partecipato al corso formativo ‘Abitare il legno’.

Un’iniziativa, promossa nell’ambito di Expo Casa a Umbriafiere di Bastia Umbra, che conferma e rafforza la sinergia dei due Collegi per la formazione professionale e la valorizzazione della categoria.

Organizzato in collaborazione con Tecla srl, ha previsto due momenti, dopo quello introduttivo, per approfondire le tematiche del corso, “argomenti di grande attualità, l’utilizzo del legno e la sostenibilità ambientale – ha commentato Enzo Tonzani, presidente del Collegio dei geometri di Perugia –, che meritano grandi approfondimenti e riflessioni”.

‘Passione Legno’ e ‘Sistina experience’, i due focus trattati, il primo dei quali ha visto l’intervento di Paolo De Martin, architetto dell’Agenzia Casa Clima, tra i maggiori esperti in Italia nel settore delle costruzioni in legno e dell’architettura sostenibile, che ha illustrato i principi e la storia, i sistemi costruttivi, l’efficienza energetica e la sostenibilità, ma anche i pregiudizi delle costruzioni in legno.

Ha spiegato, inoltre, come la prefabbricazione sia l’elemento base del progetto e portato alcuni esempi di costruzioni in legno.

Sul secondo argomento in discussione, si sono invece avvicendati diversi relatori, in rappresentanza dei soggetti coinvolti nel progetto ‘Sistina experience’: Aldo Pascucci e Giuseppe Natalizi di Archimede Arte, Paolo Belardi, docente dell’Università degli Studi di Perugia e direttore dell’Accademia di belle arti ‘Pietro Vannucci’ di Perugia, Simone Bori, dell’Accademia di belle arti ‘Pietro Vannucci’ di Perugia, Francesca Nafissi e Valentina Pierini per Tecla srl.

Si tratta di un concept che parte dall’idea di ricostruire in legno la Cappella Sistina, con la riproduzione attraverso proiezione anche dei suoi interni. La struttura, smontabile, sarebbe itinerante e consentirebbe di portare in diversi luoghi questa esperienza multisensoriale.

“I rilievi – ha spiegato Tonzani – sono stati effettuati con strumenti che i geometri utilizzano quotidianamente nel loro lavoro e consentono, grazie a tecnologie all’avanguardia, di proiettare la professione nel futuro e di ipotizzarne nuovi orizzonti”.

Nel corso dell’incontro, inoltre, il presidente del Collegio dei geometri di Terni Alberto Diomedi ha illustrato le novità del regolamento di formazione obbligatoria della categoria, mentre l’amministratore unico di Tecla srl Franco Giacometti ha incentrato il suo intervento sull’accrescimento della conoscenza e della cultura.

Soddisfatti i geometri umbri per “l’interesse suscitato dall’evento e per il buon numero di tecnici intervenuti pur essendo solo all’inizio del triennio di formazione obbligatoria”, come sottolineato dai geometri Norise Fedeli, responsabile della Commissione edilizia sostenibile, energia e acustica, e Daniela Spaccini, responsabile della formazione obbligatoria del Collegio di Terni.

“Segno questo – concludono dai due Collegi – che l’evento tecnico culturale è di grande interesse e che si sta iniziando a recepire che la formazione non debba essere vissuta come un obbligo, ma come un’opportunità di crescita e sviluppo delle proprie capacità professionali”.