A Fratticiola Selvatica già si respira l’atmosfera natalizia

794

A Fratticiola Selvatica già si respira l’atmosfera natalizia. Nella ritrovata ‘Casa della Gioventù’ sono in pieno fermento i laboratori di Babbo Natale. Membri della pro loco, bambini e adulti al lavoro per preparare i ‘doni’

La pro loco di Fratticiola Selvatica sta dando corso al progetto legato alla ‘Casa della Gioventù’. Dopo aver rimesso in piedi la struttura, grazie al lavoro di tanti volontari, l’associazione presieduta da Gianluca Chiostri ha dato il via ai ‘laboratori di Babbo Natale’. Da diverse settimane, ogni venerdì sera, adulti e bambini si ritrovano presso il primo piano della ‘Casa’ per realizzare diversi prodotti artigianali: maglieria, dipinti, presepi con la pasta, pirografie e tanti altri gadget natalizi. Un ‘dopo cena’ all’insegna del lavoro ma anche dell’aggregazione, con l’incontro tra diverse generazioni e una forte atmosfera di unione.

“Dopo l’inaugurazione – ci tiene a precisare il Presidente della pro loco Gianluca Chiostri – lo scoglio più grande è stato far funzionare la Casa della Gioventù, secondo quelli che erano gli intendimenti del consiglio. Ci tengo a ringraziare tutte le persone che stanno sostenendo il progetto dei laboratori di Babbo Natale. Contiamo nei prossimi giorni di terminare i lavori e di consegnarli a chi ha bisogno, nella speranza di regalare un sorriso e un momento di gioia. Perchè il Natale porti un po’ di speranza là dove ci sono persone dimenticate”.

All’interno della ‘Casa della Gioventù’ stanno prendendo piede anche altre iniziative sociali e culturali.

“Il mercoledì pomeriggio – continua Chiostri – grazie al contributo di Frà Damiano, Don Francesco e di alcuni giovani laureati del posto, si tengono degli incontri volti all’aiuto compiti per i bambini”.

Cultura intesa anche come arte. A Fratticiola da sempre esistite una compagnia teatrale dialettale, che con il restyling della ‘Casa della Gioventù’ ha goduto di un nuovo impulso.

“Ci teniamo a portare avanti questa tradizione – ammette uno dei principali attori, Francesco Trippolini – perchè fa parte del nostro paese e un po’ tutti siamo cresciuti con questo riferimento. Il 26 dicembre presso il teatro della Casa della Gioventù si terrà uno spettacolo teatrale che abbiamo scritto noi, ‘Sogno son desto’,  che nei personaggi e nella battute è fortemente attinente con la vita fratticiolese. Sarà un momento per divertirsi e per ridere, ma anche per riflettere. Abbiamo pensato ad un copione che abbia un risvolto morale”.

Ad una frazione così attiva sotto l’aspetto culturale e sociale non può certo mancare il sostegno del Comune di Perugia. Con il Sindaco Andrea Romizi bloccato dall’influenza, nei giorni scorsi è salito a Fratticiola l’assessore, tra le altre, all’associazionismo Dramane Diego Waguè.

“Il mio rapporto con questo paese si è rafforzato in questi anni. Da parte del Comune, in primis del Sindaco, c’è un sentimento di forte ringraziamento nei confronti della pro loco e dell’intera comunità di Fratticiola. In un mondo in cui si sono persi molti valori, trovare un paese così coeso e solidale è motivo di grande ammirazione. In questo contesto la ‘Casa della Gioventù’ è diventata la ciliegina sulla torta”.