Perugia: con l’okra Tamat coltiva l’integrazione

73

Perugia: con l’okra Tamat coltiva l’integrazione. Domenica 16 settembre la Festa del raccolto con il vescovo ausiliare Paolo Giulietti

Sarà una ‘Festa del raccolto dell’okra quella organizzata da Tamat per domenica 16 settembre a Montemorcino, a Perugia, per presentare l’attività di sperimentazione agricola legata alla pianta africana okra (o gombo), realizzata all’interno del progetto di inclusione e integrazione delle donne migranti attraverso l’orticoltura urbana ‘Urbagri4Women’. All’iniziativa, a partire dalle 15.30, parteciperanno anche il vescovo ausiliare della Diocesi di Perugia-Città della Pieve S.E. Mons. Paolo Giulietti e lo chef stellato Simone Ciccotti.

In programma una visita guidata tra gli orti di Montemorcino per mostrare l’attività sul campo e la presentazione del progetto e della sperimentazione della coltura, iniziata lo scorso maggio e innovativa per il suolo umbro, da parte dello staff di Tamat e dei ragazzi che hanno preso parte al progetto.

Se il pomeriggio si potrà vedere il gombo, la sera sarà possibile anche assaggiarlo, insieme al vescovo e allo staff di Tamat, gustando tipiche ricette africane preparate dallo chef Ciccotti, patron dell’Antica Trattoria San Lorenzo di Perugia.

Di fama internazionale e ambasciatore della cucina perugina, Ciccotti si è fatto portavoce della cucina italiana all’estero ed è stato insignito del premio ‘Best Chef Sostenibile 2017’.

Tamat ha già avviato insieme a produttori locali una sperimentazione di trasformazione di confetture e salse a base di okra, con l’obiettivo di individuare le opportunità di commercializzazione della pianta e studiare le possibilità di sviluppo occupazionale dei beneficiari. Un modo propositivo di fare accoglienza e integrazione.